SustainaBEERity Qualità, innovazione e sostenibilità: la tecnologia DraughtMasterTM per una nuova era della birra

 

Qualità declinata in tutti i suoi aspetti: questo è da sempre è l'obiettivo principale di Carlsberg. Una qualità che si persegue grazie ad un circolo virtuoso fatto dall'interazione continua e meticolosa di ricerca di base, ricerca applicata ed incessante confronto con i propri interlocutori e con l'ambiente circostante.


Negli anni più recenti questa continua ricerca di qualità ha trovato la sua piena espressione in una nuova tecnologia, denominata DraughtMasterTM, la cui origine è infatti la volontà di offrire ai consumatori la miglior birra alla spina possibile da tutti i punti di vista: organolettico, ambientale, gestionale e salutare. La nuova tecnologia nasce nei laboratori Carlsberg a Copenhagen, ma successivamente diviene un progetto guidato da Carlsberg Italia che assume così il ruolo di paesepilota a livello mondiale.
Grazie alla tecnologia DraughtMasterTM la birra non è più contenuta nei tradizionali fusti di acciaio, ma in fusti in PET totalmente riciclabili, ideati e realizzati da Carlsberg, che permettono un'innovativa spillatura senza CO2 aggiunta, grazie alla semplice compressione effettuata dall'aria contenuta nel modulo a pressione in cui il fusto in PET va inserito.

 

Questo nuovo sistema permette di offrire al consumatore non solo una birra di estrema qualità, ma anche di ridurre l'impatto ambientale della birra alla spina durante le fasi di infustamento, distribuzione e consumo presso il punto vendita.

 

La tecnologia viene lanciata sul mercato nel 2007, per il sistema denominato Flex 20, ma trova il suo pieno sviluppo nel 2011 con il lancio di Modular 20, il sistema di spillatura completo per i locali del canale Horeca (Hotel, Restaurant, Cafè). Modular 20 è così il traguardo di lunghi anni di ricerca e sviluppo, ma anche il motivo per una profonda riflessione sul ruolo di Carlsberg Italia nell'ambito della sostenibilità affinché siano intrapresi percorsi sempre più innovativi ed efficaci per l'ambiente e per il prodotto.

 

Una sostanziale riduzione dell'impatto ambientale

I fusti in PET, totalmente riciclabili, rispetto all'acciaio garantiscono una serie di vantaggi:


• maggiore protezione del contenuto
• maggiore durata del fusto chiuso (9 mesi contro 6 mesi dell'acciaio)
• più lunga vita utile una volta aperto (31 giorni contro i circa 4 dell'acciaio).

Scopri come

Poiché il peso della materia prima utilizzata per il contenitore è ridotto al minimo1, il sistema Modular 20 comporta una drastica riduzione del peso dei fusti i quali, essendo anche di minori dimensioni, consentono di ottimizzare il carico dei mezzi che consegnano la birra, con un conseguente aumento degli ettolitri trasportati per ogni viaggio. Modular 20 comporta anche una drastica riduzione dei trasporti su gomma, ad esempio evitando il viaggio di ritorno necessario a recuperare i fusti in acciaio esausti da trattare per essere riutilizzati (lavaggio, disinfezione, sostituzione parti deteriorate).

L'innovazione non riguarda solo il fusto, ma anche le modalità di spillatura. La birra contenuta nei fusti in PET, infatti, non si spilla utilizzando bombole di CO2 (gas principalmente responsabile del cosiddetto "effetto serra") come è stata prassi finora, ma semplicemente comprimendo con aria il fusto: la birra così spillata mantiene il livello naturale di anidride carbonica ed è organoletticamente perfetta.


Un prodotto di qualità
Il risultato di questo sistema è una birra di qualità più elevata, in quanto più fresca e più duratura nel tempo, e a minor impatto ambientale.

 

 

 

Scopri il metodo di spillatura Modular20 >>